Modalità grafica | Leggibilità normale | Mappa del sito
TAG:

Museo in Transito - Quadri da vivere

Un breve video racconta l’avvio dei lavori per "Museo in transito - Quadri da vivere". Ovviamente essi sono partiti con una visita conoscitiva della Collezione Ingrao presso la Galleria Comunale d’Arte di Cagliari. A raccontarcelo sono i ragazzi della III E del Liceo Classico G. M. Dettori di Cagliari, al quale la rete ha affidato il compito di ufficio stampa e di documentazione giornalistica e storico-artistica. "Museo in transito", giunto alla sua terza edizione, è un progetto concepito come un insieme di azioni di divulgazione culturale e conoscenza del patrimonio artistico sardo. la principale finalità del progetto è utilizzare il linguaggio artistico per ricucire in modo originale il tessuto urbano e sociale, creare nuovi legami e scambi tra stratificazioni sociali e territori e promuovere il Trasporto Pubblico come veicolo di divulgazione culturale. Attraverso l?arte urbana, mezzo individuato per dare nuovo risalto a spazi solitamente trascurati, abbandonati e privi di una qualificazione, le periferie possono trasformarsi in inedite centralità. Studenti con diversi percorsi scolastici saranno invitati a confrontarsi con le opere al fine di realizzare oggetti che diventeranno ?Quadri da vivere?. Sedie, poltrone e qualsiasi oggetto possa assolvere il ruolo di seduta offriranno spunto e supporto per opere d’arte dove il punto di vista dei giovani contamina il linguaggio culturale dell?arte creando un? ideale connessione tra generazioni. Elaborati realizzati prevalentemente con sedute di recupero e in tessuto, dagli studenti del corso Produzioni Industriali e Artigianali dell?Istituto Professionale Pertini e del Liceo Artistico, interpreteranno le grafiche dei quadri della collezione Ingrao della Galleria Comunale d?Arte di Cagliari. Le sedute, oggetti che acquisiranno nuova vita, verranno inserite all?interno del museo, costituendo un?alternativa modalità di lettura dell’opera e un tramite con altri oggetti già presenti all’interno del museo. La comunicazione dell’evento sarà affidata agli studenti del Liceo Dettori che, oltre a commentare le opere presenti al museo e a raccontare le diverse fasi sui social, condurranno parallelamente un?indagine tra pari mirata a conoscere il rapporto tra giovani e arte urbana e valorizzare le opportunità offerte da azioni finalizzate a rendere i giovani protagonisti.

 

 

S.Mereu

 




 Scrivi alla Redazione  Versione stampabile  Invia questa pagina