Comune di Cagliari
 Provincia di Cagliari
 Regione Sardegna

 
Vai al Sito dell’ AICC

Associazione Italiana di Cultura Classica

Sezione internazionale
Cambridge
Scuola amica
La ricerca
Piano nazionale
Scuola digitale
Bisogni educativi speciali
 Inclusione scolastica

I Redaettori
Clicca e vai al blog I Redaettori

Blog degli studenti
del Liceo Dettori

TAG:
Ultimo sondaggio:

 

Chi pubblica nel Sito


Vedi i docenti e non docenti che possono (in quanto vogliono) pubblicare sul sito web del

Liceo Classico Dettori

Il nostro canale video
Tutti i Video sul nostro canale youtube

Progetti PON 2014-2020
PON

Registro Alunni e Famiglie
Apri il registro elettronico

Registro on line Docenti
Apri il registro elettronico

Condividi sui social

Aree Riservate Docenti


Accedi

~ Area Riservata Docenti
~ Area Discussioni Docenti

 

 

Icone utili alla navigazione
Dirigente Dirigente Scolastico
Circolari  Circolari
  Amministraz. trasparente
  Albo pretorio (albo on line)
 Altre notizie dalla segreteria
  Orario delle lezioni
  Info sindacali

Informazione amministrativa

La Segreteria pubblica autonomamente nelle sezioni

Circolari
Segreteria
Albo pretorio
Amministrazione
trasparente

Indirizzo email capc03000v@istruzione.it

Discussioni
Questioni, opinioni e problemi scolastici
Questioni, opinioni, problemi

Notizie
Circolari
Studenti
Minitutorial
Mediateca del Dettori
Rapporti scuola famiglia
Liceo Dettori: storia luoghi persone
Commissione Biblioteca
Elenco Docenti
Accounts al sito
Orario segreteria
Orario delle lezioni
Discipline
Scienze
Religione
Storia dell’arte
Filosofia e storia
Educazione fisica
Lingua straniera
Lettere ginnasio
Latino e greco
Matematica
Italiano
Fisica


La Tragedia greca: attivitÓ laboratoriale della classe II D

 

 

Il lavoro della classe II D sulla tragedia si colloca al termine di un percorso didattico impostato sia in latino che in greco su un’attività laboratoriale (non sempre svolta con l’ausilio di strumenti informatici) finalizzata a creare nei ragazzi la capacità di lavorare in gruppo sui testi o per creare autonomamente il commento a un testo poetico o, come in questo caso, per indagare un aspetto storico o letterario, in questo caso un genere specifico.

Il  lavoro è stato articolato in diverse fasi: è iniziato a metà di Dicembre con la  raccolta di materiale, che i ragazzi hanno fatto parte a casa e parte in classe; a questa fase ha collaborato anche l’insegnante fornendo nella fattispecie il frammento sul ditirambo e i passi di Erodoto. La seconda fase è stata costituita dalla traduzione, in parte durante un’esercitazione in classe, in parte come esercizio a casa, di passi della Poetica di Aristotele e delle Storie di Erodoto. I passi sono stati selezionati in base alla loro difficoltà e assegnati a gruppi differenti in corrispondenza dei livelli medi dei componenti di ciascun gruppo, secondo una didattica che tende ad un lavoro calibrato il più possibile sulle necessità dei singoli alunni. E’ poi seguita la correzione di questa parte del lavoro. Dopo un’interruzione dovuta alla necessità di portare a termine gli espletamenti burocratici di fine quadrimestre, il lavoro è ripreso in Febbraio, questa volta facendo pieno uso del laboratorio di informatica, e si è protratto fino a Marzo, con le interruzioni per lo svolgimento dei compiti in classe  

 In tutto questo tempo, a parte i momenti precedentemente indicati di lavoro a casa, sono state dedicate in classe due ore di lavoro alla settimana.

Il lavoro dell’insegnante è consistito all’inizio nella formazione dei gruppi di lavoro in cui i ragazzi, a parte la fase di traduzione, sono stati messi insieme in base o all’interesse manifestato per gli argomenti proposti o ad attitudini complementari. Successivamente vi è stata la correzione dei diversi contributi e, in alcuni casi, la sintesi di ricerche che per alcuni argomenti si sono intersecate. Nei casi in cui la sintesi avrebbe snaturato il contributo dei diversi gruppi, l’insegnante ha evitato di procedere alla sintesi. Laddove la ricerca ha toccato concetti filosofici troppo impegnativi in quanto riguardavano una parte della filosofia che i ragazzi studieranno il prossimo anno, l’intervento dell’insegnante è stato leggermente maggiore.

La ricerca si compone dei seguenti articoli:

-        Organizzazione degli spettacoli, a cura di Lucrezia Fanni e Claudia Mandas;

-         Evoluzione della struttura architettonica, a cura di Michela Polo e Arianna Serra;

-         L’edificio teatrale, le macchine, le maschere, a cura di Chiara Devoto e Federica Ezza;

-        Origini della tragedia, sintesi delle ricerche di Antonio Murtas, Luca Pellegrini, Viviana Dechicu, Michela Polo, Arianna Serra.

-         Struttura della tragedia, a cura di Federica Baire, Lucrezia Fanni e Claudia Mandas.

-         Il contesto storico, a cura di Ludovica Canu, Lorenzo Marilotti e Alessandro Meloni.

-        Il senso del tragico, sintesi del lavoro di Sara Corridori, Viviana Dechicu, Laura Franzese, Valentina Mulas, Michela Polo, Arianna Serra.

-         Il dramma satiresco, a cura di Federica Ezza e Lucia Giagnoni. 

 

L’insegnante 

Franca Piredda

Cagliari, 13/6/2012

 




 Scrivi alla Redazione  Versione stampabile  Invia questa pagina