Comune di Cagliari
 Provincia di Cagliari
 Regione Sardegna

 
Vai al Sito dell’ AICC

Associazione Italiana di Cultura Classica

I Redaettori
Clicca e vai al blog I Redaettori

Blog degli studenti
del Liceo Dettori

SPREADsx

Giovane Vecchia di Boring

Eliocentrismo, Geocentrismo

TAG:
Ultimo sondaggio:

 

vai su mad.portaleargo.it

Su https://mad.portaleargo.it
puoi compilare la tua richiesta
di supplenza nel nostro Liceo

Chi pubblica nel Sito


Vedi i docenti e non docenti che possono (in quanto vogliono) pubblicare sul sito web del

Liceo Classico Dettori

Progetti PON 2014-2020
PON

Attività pluriennali
Sezione CambridgeSezione internazionale
 Cambridge
Scuola digitalePiano nazionale
 Scuola digitale
Piano delle artiSezione progetto
 Piano delle arti
Commissione Web Liceo classico Dettori
Commissione web
Inclusione scolasticaBisogni educativi speciali
 Inclusione scolastica

Modulistica


Nella sezione Servizi e informazioni > Modulistica
sono pubblicati i moduli
per le varie richieste

Il nostro canale video
Tutti i Video sul nostro canale youtube

Registro Alunni e Famiglie
Apri il registro elettronico

Registro on line Docenti
Apri il registro elettronico

Condividi sui social

Aree Riservate Docenti


Accedi

~ Area Riservata Docenti
~ Area Discussioni Docenti

 

 

Icone utili alla navigazione
Dirigente Dirigente Scolastico
Circolari  Circolari
  Amministraz. trasparente
  Albo pretorio (albo on line)
 Altre notizie dalla segreteria
  Orario delle lezioni
  Info sindacali

Informazione amministrativa

La Segreteria pubblica autonomamente nelle sezioni

Circolari
Segreteria
Albo pretorio
Amministrazione
trasparente

Indirizzo email capc03000v@istruzione.it

Discussioni
Questioni, opinioni e problemi scolastici
Questioni, opinioni, problemi

Notizie
Circolari
Studenti
Minitutorial
Mediateca del Dettori
Rapporti scuola famiglia
Liceo Dettori: storia luoghi persone
Commissione Biblioteca
Elenco Docenti
Accounts al sito
Orario segreteria
Orario delle lezioni
Discipline
Scienze
Religione
Storia dell’arte
Filosofia e storia
Educazione fisica
Lingua straniera
Lettere ginnasio
Latino e greco
Matematica
Italiano
Fisica


Seconda lingua

da Tecnica della Scuola 

Chi parla una seconda lingua ha un modo diverso di interpretare il mondo 
di A.G. 

Secondo alcuni ricercatori dell’Università di Newcastle pensano diversamente dagli altri. Quel che sorprende è che per accedere al surplus psicologico, la conoscenza della lingua aggiuntiva non deve necessariamente essere approfondita, ma il livello potrebbe anche fermarsi a quello di tipo scolastico. 
“Conoscere una seconda lingua è fondamentale per uno studente che oggi vuole trovare lavoro”: quante volte abbiamo sentito questa frase? Sicuramente tante. Del resto, si tratta della verità. Ora, però, veniamo a conoscenza del fatto che l’apprendimento di una lingua straniera facilita non solo la ricerca dell’occupazione lavorativa, ma cambia completamente il modo di vedere ed interpretare il mondo. A sostenerlo sono alcuni ricercatori dell’Università di Newcastle: dopo aver svolto uno studio approfondito, hanno dedotto che coloro che utilizzano una seconda lingua per comunicare pensano diversamente dagli altri. 
Quel che sorprende è che è che per accedere al surplus psicologico, la conoscenza della lingua aggiuntiva non deve necessariamente essere approfondita, ma il livello potrebbe anche fermarsi a quello di tipo scolastico o leggermente superiore: i ricercatori britannici sostengono, infatti, che per fare propri i vantaggi psicologici derivanti dal parlare la seconda lingua non è necessario parlarla correttamente. 
La ricerca si è concentrata su persone che per motivi di lavoro hanno contatti con soggetti di lingua inglese e giapponese, scoprendo curiose e nuove modalità di confronto con la realtà circostante: ad esempio, poiché in giapponese esistono modi differenti per esprimere le tonalità del blu - la luce blu con ’mizuiro’, il blu notte con ’ao’ - le persone di madrelingua distinguono più precisamente le differenze per descrivere le diverse identità cromatiche. Per quelli che parlano due lingue, invece, vince quella usata più di frequente. "Oltre a imparare il vocabolario e la grammatica – ha spiegato Panos Athanasopoulos, autore dello studio le cui conclusioni sono state riportate sull’ultimo numero della rivista ‘Bilingualism: Language and Cognition’ - inconsciamente si impara un nuovo modo di vedere il mondo". Insomma, imparare l’inglese, il francese, il tedesco, o una delle tante lingue al mondo oltre alla propria, aiuta a capire che il centro del mondo non è proprio quello che immaginavamo.





Tag: Usala - Liceo Dettori - docente - matematica - fisica -






 Scrivi alla Redazione  Versione stampabile  Invia questa pagina